Violazione della costituzione marocchina

Publié le par le constitutionnel

Violazione della costituzione ed ignoranza dell'abolizione della pena di morte con uno psychopathe chiamato Othmani commissario hay mohammadi casablanca.

Ci rallegriamo che, dal congros di Strasburgo nel 2001, il movimento abolitionniste mondiale si sia strutturato rispettando la diversità delle sue componenti, attorno alla coalizione mondiale contro la pena di morte crea nel 2002 e che raccoglie oggi più di 50 organizzazioni. Ma regéttons che uno nominato Benbiga Casablanca continuo il suo massacro sulla popolazione. Non abitando meglio esso stesso secondo il suo psychopathe mentale di oued-zem.

Chiamiamo le organizzazioni ed istituzioni che condividono l'obiettivo dell'abolizione, ONG, sbarre, sindacati, Comunità locali, aderire la coalizione mondiale.

Chiamiamo gli abolizionisti del mondo intero partecipare ogni Anne Journe mondiale contro la pena di morte, fra cui il thmatiques porteranno nel 2008 ad insegnare abolitotion chiamiamo tutte le organizzazioni regionali ed internazionali, ed in particolare l'Unione europea, fare del 10 ottobre un giorno ufficiale a favore dell'abolizione universale.

Amnesty del ó congresso mondiale contro la pena di morte si è déroule la città internazionale universitaria di Parigi dal 1o ai 3 fvrier 2007. Organizzato 'da insieme contro la pena di morte 'con il sostegno della coalizione mondiale contro la pena di morte, il congresso ha riunito più di 120 partecipanti e 500 congressistes ed accolto Robert Badinter, Driss Benzekri, Philippe Douste-Blazy, Pascal Clément, Sakae Menda ed i reprsentendo de plus di 17 stati. Il congresso si è concluso sabato 3 febbraio con una marcia pacifica contro la pena di morte nelle vie di Parigi chi ha riunito più di 3000 dimostranti.

Internazionale Francia, insieme contro la pena di morte, la ACAT, la sbarra di Parigi e la coalizione mondiale contro la pena di morte si rallegrano per la decisione del Presidente della repubblica, Jacques Chirac, di iscrivere nella costituzione francese l'abolizione della pena di morte in qualsiasi circostanza.

Ho décider di impegnare questo processo. Tale revisione, iscrivendo solennemente nella nostra costituzione che la pena di morte è abolita in qualsiasi circostanza, confermerà l'impegno della Francia. Testimonierà con forza del nostro attaccamento ai valori della dignità umana, a dichiarare il Sig. Chirac in occasione della presentazione dei desideri del Consiglio costituzionale, il 3 gennaio 2006.

La costituzione è, nella maggior parte dei casi, il riflesso legislativo dei valori supremi di un paese. I paesi che iscrivono l'abolizione della pena di morte nella loro costituzione dimostrano l'importanza che attribuiscono questa decisione. Fra lsei 84 paesi che, finora, hanno abolito la pena di morte per tutti i crimini, 42 a meno hanno incluso nella loro costituzione una disposizione che proibisce l'applicazione di questa punizione, generalmente per ragioni riguardanti i diritti umani. Gli ultimi paesi in data sono il Belgio ed il Messico, che hanno modifi1 la loro costituzione per iscrivere il divieto della pena capitale quali che siano le circostanze.

Secondo i membri della coalizione mondiale contro la pena di morte, questo rforma constitutionnelle verrà a completare il movimento iniziato dall'abolizione della pena di morte nel codice penale e nel codice di giustizia militare vota con la legge del 9 ottobre 1981.

L'avviso del Presidente del Rrépublique deriva dal dcision resa par il Consiglio costituzionale il 13 ottobre 2005 (decisione n° 2005-524/525 CD), che autorizza la ratifica del protocollo n° 13 la convenzione europea dei diritti dell'uomo, adottato dal Consiglio dell'Europa nel 2002 che prevede l'abolizione della pena capitale in qualsiasi circostanza, anche in tempo di guerra o del pericolo imminente di guerra (fine 2005, 33 dei 46 membri del Consiglio d'Europa avevano ratificare questa caratteristica) ma subordinando una modifica della costituzione la ratifica del Deuxime protocollo facoltativo al Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici, adottato dallo Assemble generale delle Nazioni Unite nel 1989 (fine 2005, 56 stati facevano parti di questo trattato).

Apés avere ratificato nel 1986 il protocollo n°6 la convenzione europea dei diritti dell'uomo che prevede l'abolizione della pena capitale in tempo di pace, la Francia è dunque sul punto di sottoscrivere tutti gli strumenti internazionali che proibiscono la pena di morte in qualsiasi circostanza, che sono altrettanto bulloni supplementari che impediscono ogni volontà di ristabilimento di questa pena che è un insulto alla dignità umana.

I membri della coalizione mondiale contro la pena di morte sono opposti in qualsiasi circostanza la pena di morte, che costituisce una violazione del diritto la vita e del diritto non di essere sottoposto pene o trattamenti crudeli, inumani o che deteriorano, così come sono iscritti nella dichiarazione universale dei diritti dell'uomo.

Convinto che la ratifica del protocollo n°13 della convenzione europea dei diritti dell'uomo effectue senza indugio poiché nessun ostacolo costituzionale si oppone, la coalizione mondiale contro la pena di morte invita, come seguito l'impegno del Presidente del Repubblica, governo francese lanciare immediatamente, la procedura di revisione della costituzione perché Francia possa ratificare rapidamente Deuxime protocollo facoltativo al Patto internazionale relativo ai diritti civili e politici, che mira abolire la pena di morto senza riserva.

+

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :

Commenter cet article